SimsCri Medieval

About us

Compra su Multiplayer.com
Home Curiosita' The Sims sotto attacco?
The Sims sotto attacco? PDF Stampa
Scritto da Paperpin Venerdì 27 Maggio 2011 15:15
Negli ultimi giorni il nostro gioco preferito sembra davvero essere entrato nel cosiddetto “occhio del ciclone” delle polemiche a sfondo sessuale. È di oggi la notizia che l'emittente americana FOX5 ha raccolto la storia di una donna del Maryland che, supervisionando l'attività dei suoi figli su internet, ha scoperto che sull'Exchange di The Sims 3 è possibile trovare immagini pornografiche, ed è subito scattato l'allarme di alcune associazioni per la tutela dei minori su internet affinchè le famiglie aumentino i controlli e i filtri per i contenuti a cui i ragazzi possono accedere da computer, console, smartphone e quant'altro.

Come molti giocatori sanno, infatti, tramite alcuni programmi è possibile cambiare la foto di anteprima dei file condivisi sul sito e purtroppo qualcuno ha esagerato, inserendo thumbnail erotiche ben poco adatte allo stile e ai contenuti del gioco. La EA Games non ha (ancora?) rilasciato alcuna dichiarazione a riguardo, ma è chiaro che sarà necessario adottare nuove misure di sicurezza per tutelare i giocatori minorenni (ed anche l'immagine del sito e della casa produttrice), anche perchè spesso l'Exchange è fonte di file bacati e problematici per il gioco. Quello che dev'essere chiaro, comunque, è che la EA Games e The Sims non promuovono né pubblicizzano la pornografia in alcun modo.

 Nel frattempo, anche noi italiani pochi giorni fa ci siamo trovati a fronteggiare una sterile e gratuita polemica da parte di alcuni esponenti politici che hanno accusato il gioco di essere poco adatto ai minori in quanto li “educherebbe all'omosessualità”, permettendo ai giocatori di creare famiglie omosessuali mentre nel nostro Paese “il matrimonio donna-donna e uomo-uomo è fuorilegge”. La EA Italia ha risposto all'attacco sul Corriere della Sera, ribadendo il concetto più chiaro ed ovvio che caratterizza giochi come The Sims: trattandosi di un simulatore di vita è possibile creare qualsiasi situazione sociale, amorosa o lavorativa esistente nella realtà. «Ed è questo il motivo per cui nel gioco è possibile anche creare coppie omosessuali: sarebbe un' ipocrisia escludere queste realtà che sono parte integrante della nostra società», ha ribadito Marco Brogi, General Manager di EA Italia.

Noi, onestamente, oltre a trovare il fatto ridicolo, retrogrado e razzista, riteniamo che si tratti della tipica uscita da campagna elettorale, volta più a far rumore che altro, e per questo abbiamo deciso di non dare spazio sul nostro sito a chi non merita attenzione alcuna. Lo facciamo ora vista la polemica che imperversa anche sull'Exchange. Vi suggeriamo ad ogni modo nel caso in cui vedeste oggetti sull'Exchange "non conformi" ad usare la funzione "Report Item". Invitiamo comunque tutti coloro che vogliono dire la loro e ribellarsi a questa pessima uscita dei politici di casa nostra ad unirsi all'iniziativa di EdenStyle su Facebook, nella pagina “Difendiamo The Sims dall'attacco omofobico dei politici italiani”.