SimsCri Medieval

About us

Compra su Multiplayer.com
Home Incontri con Producers Presentazione di The Sims Medieval – Prime impressioni e risposte alle vostre domande!
Presentazione di The Sims Medieval – Prime impressioni e risposte alle vostre domande! PDF Stampa
Scritto da Paperpin Sabato 26 Febbraio 2011 00:00
Indice
Presentazione di The Sims Medieval – Prime impressioni e risposte alle vostre domande!
Prime impressioni su The Sims Medieval - seconda parte
Le vostre domande!
Tutte le pagine
anteprima_milanoCome vi abbiamo annunciato la settimana scorsa, lunedì 21 si è tenuto un piccolo evento presso gli studi della EA Games di Milano per presentare The Sims Medieval, con ospiti speciali la produttrice esecutiva Rachel Bernstein (che abbiamo imparato a conoscere attraverso le tante interviste rilasciate negli ultimi mesi) e il direttore marketing Aaron Cohen. Alla presentazione, oltre a noi di Sims3Cri (Cri, Paperpin e Nenny) erano presenti i membri di altri fansite italiani: Daniela di DanielaSims, Simone di MondoSims, Giuseppe del forum di TheSims3.com e Luck88 di Angel Production. Ne approfittiamo per ringraziare Liliana (alias Eden di Edenstyle, anche lei ovviamente presente all'evento) e tutto lo staff della EA Games che ha organizzato la presentazione e ci ha permesso di partecipare!

 Se avete visto le nostre foto (potete trovarle qui sul sito, su Facebook e su Flickr) avrete capito che, contrariamente agli altri eventi passati, questa volta abbiamo avuto modo di mettere le nostre zampine su Medieval e giocare per un paio d'ore! Dobbiamo confessare, però, che prima di arrivare negli uffici della EA non sapevamo che avremmo avuto dei computer a nostra disposizione, e Medieval, come tutti i giochi della saga dei Sims, non è un titolo che si può conoscere e scoprire in due ore, quindi perdonateci eventuali mancanze e nomi imprecisi..c'era davvero tanto da provare in poco tempo!

Ciononostante, abbiamo raccolto una mole enorme di appunti, su cui stiamo lavorando per il nostro reportage completo, che verrà pubblicato appena possibile (quando si partecipa ad un evento del genere e si ha a disposizione il gioco bisogna anche rispettare alcune regole prima di pubblicare ;). Per oggi ci limitiamo a raccontarvi le nostre prime impressioni sul gioco e rispondere alle domande che ci avete lasciato nei commenti degli articoli precedenti!

Buona lettura!



La presentazione si è aperta con una breve introduzione della producer Rachel Bernstein, che ci ha mostrato le funzionalità principali del gioco, la struttura delle missioni e il processo che ha portato alla creazione di Medieval.

La producer ha esordito sottolineando che l'idea di creare un gioco come Medieval è nata dietro espressa richiesta della community di giocatori di The Sims: in tanti, infatti, nel corso degli anni, hanno espresso il desiderio di poter trasportare i Sims in un'epoca passata ed intrigante come quella del Medioevo e creare nuove storie. Dopo aver molto riflettuto sul da farsi, il team di sviluppo ha deciso di creare un gioco a parte ambientato nel passato e non ridurre il tutto ad un'espansione, per evitare possibili “interferenze” con oggetti e situazioni moderne. Ed ecco The Sims Medieval!

 Successivamente, abbiamo avuto modo di vedere sul computer della producer alcuni personaggi in azione e come funziona il sistema delle missioni, oltre a tutte le caratteristiche principali come il CAS, il Crea uno Stile e tutte le varie modalità di gioco, di cui vi parleremo in dettaglio nel reportage completo.

Vogliamo essere sincere: siamo rimaste davvero colpite dal modo in cui è stato strutturato il gioco, soprattutto nella parte grafica. I dettagli sono curati nei minimi particolari, l'illuminazione è fantastica e la resa della vegetazione è stupenda. Ma la vera novità sono loro, i Sims, che sono ben diversi da The Sims 3, molto più realistici e veritieri, come potete anche notare dalle foto.

tsm_preview_21.02.2011_36 tsm_preview_21.02.2011_41

 Per quanto riguarda la struttura del gioco, le somiglianze con The Sims 3 sono tante e le funzioni di base sono le medesime: l'interfaccia, il pannello utente, la modalità di interagire con i personaggi e gli oggetti. Quello che cambia, ovviamente, è il focus della storia, che non è più legato all'evoluzione di un nucleo familiare ma di un regno, all'interno del quale potete utilizzare 10 personaggi, che hanno ruoli e funzioni specifiche. Non dovete creare una famiglia e portarla avanti nelle generazioni, l'attenzione, ora, è concentrata sull'ambizione del regno (al contrario delle aspirazioni vitalizie dei Sim), e per raggiungerla dovrete e potrete servirvi delle potenzialita di ognuno dei personaggi (eroi). A guarnire il tutto, troverete anche una serie di avventure secondarie davvero divertenti.

 L'evoluzione del regno, infatti, si basa principalmente su un sistema di missioni che permettono ai vostri Sims di sbloccare nuove funzioni e progredire. Le missioni (o quest) funzionano in maniera definibile a grandi linee “circolare”: un Sim intraprende una missione e, se la supera, guadagna determinati Punti Regno (PR) che servono per sbloccare nuovi edifici e personaggi. Nuovi edifici e nuovi personaggi innescheranno a loro volta altre missioni, e via così. Non tutte le tipologie di Sims (ops, Eroi!), sono disponibili da subito, starà a voi sbloccarli voi superando varie quest.